Il funerale nella tradizione Buddhista

Il funerale nella tradizione Buddhista

Attenzione: il funerale nella tradizione buddhista potrebbe cambiare a seconda della nazione. C’è differenza tra il buddhismo Zen in Cina, il buddhismo Zen in Giappone oppure il buddhismo religioso Giapponese. Tutte le informazioni contenute nell’articolo, sono un riassunto generico della filosofia orientale rispetto alle celebrazioni funebri. Per informazioni specifiche, è meglio rivolgersi a maestri che hanno studiato la materia.

Le usanze funebri differiscono a seconda della nazione e dei principi e dei rituali buddhisti. Alcuni funerali sono particolarmente tradizionalisti e solenni, altri più semplici e dignitosi. In genere, i funerali buddisti sono particolarmente spirituali e meno costosi ma sempre ricchi di significato.

Durante il rito funebre, la famiglia e gli amici del defunto pregano per la pace e la serenità del defunto la cui anima, secondo le tradizioni, seguirà il ciclo della reincarnazione.

Cosa è la reincarnazione?

La reincarnazione, chiamata anche trasmigrazione o metempsicosi, nella religione e nella filosofia, indica la rinascita di un individuo dopo la morte fisica del corpo in una o più esistenze successive. A seconda della tradizione, queste esistenze possono essere umane, animali, spirituali o, in alcuni casi, vegetali.

Cosa accade durante il funerale buddista?

In genere, per il funerale viene allestito un altare con il ritratto del defunto insieme a delle candele, dell’incenso, dei fiori e dei frutti. Accanto o davanti all’altare viene sistemato l’immagine del Buddha.

I monaci potrebbero celebrare la funzione funebre e preparare l’omelia. Nel caso in cui i monaci non possono presiedere alla celebrazione, il rito può essere svolto da parenti, amici o persone che hanno subito il lutto. La preghiera può essere registrata in audiocassette oppure recitata.

La preghiera viene spesso definita “chanting”.

 Che differenza c’è tra pregare e il “chanting”?

Chanting è una preghiera diversa dalla preghiera convenzionale. La preghiera tradizionale invoca un Dio esterno alla persona mentre nella tradizione buddista, il chanting è una promessa che invochi a partire da te stesso. Quando la persona sta facendo “chanting”, dentro di sé è come se nascesse una promessa o una determinazione. Nella preghiera convenzionale, la persona chiede al Dio di aiutarlo o far succedere questo o quello, invece durante il chanting è come se la persona promettesse che questo o quello accadrà.

Cosa indossare?

Ad un tradizionale funerale buddista, la famiglia sarà vestita di bianco o coprirà i vestiti con un tradizionale panno bianco, insieme ad una fascia o una fascia sul braccio.

Altri rituali potrebbero essere:

  • le persone che amano il defunto potrebbero camminare con bastoni che indicano il bisogno di supporto per la il dolore che la perdita ha provocato
  • chanting
  • portare offerte di fiori e di frutta
  • bruciare l’incenso per addolcire l’aria
  • suonare il gong o le campane
Cremazione o sepoltura?

La scelta di essere cremato o essere sepolto è una decisione assolutamente personale  del defunto. La tradizione buddhista preferisce la cremazione perché secondo la tradizione, l’anima rinascerà in un’altra forma. Per i buddhisti, come per i cattolici, la morte porta solo alla morte del corpo. Infatti, nella tradizione buddhista la morte è una trasformazione di energia.

Fonti:

http://www.buddhanet.net/pdf_file/buddhist_funeral.pdf

https://www.funeralwise.com/customs/buddhist/

https://www.britannica.com/topic/reincarnation

https://www.youtube.com/watch?v=T5hbDbmIBmM

Lascia un commento