Meglio prevenire che soffrire

Meglio prevenire che soffrire

Secondo l’Istat (l’Istituto Nazionale di Statistica), nel corso del 2018 ci sono stati più incidenti stradali ma meno vittime. Nel corso del 2018, gli agenti hanno accertato 1.878.255 infrazioni al codice della strada, ritirato 42.662 patenti di guida e 50.905 carte di circolazione, e tolto 2.291.527 punti. In totale, sono state arrestate 788 persone, 19.251 sono state denunciate in stato di libertà e 846 veicoli sono stati sequestrati.

Le statistiche non basteranno da sole a contenere il numero delle vittime.

Il fenomeno va aggredito con una decisa azione di marketing sociale.

Il prezzo da pagare, considerato l’impegno e il lavoro per far circolare le notizie, è impegnativo.

L’idea di Elia Angelini

Questo, è il motivo che ha spinto il fondatore di Wirebook, Elia Angelini, ha voler collaborare con le associazioni che si occupano di prevenzione e sicurezza stradale. Il passo successivo sarà quello di costituire un’azienda di Wirebook a sfondo sociale, senza scopo di lucro.

L’obiettivo è di devolvere parte degli incassi ottenuti dalle aziende che, si saranno iscritte a Wirebook Opportunity 100 (faranno parte del Club 100). Le aziende riceveranno una quota associativa che permetterà alle associazioni che si occupano di prevenire e di educare alla sicurezza stradale, di investire maggiormente nelle campagne pubblicitarie.

Se ti interessa sapere qualcosa di più dei vantaggi derivati da Opportunity 100, clicca qui:

http://www.exhibition.social/pionieri-dellinnovazione/

Se vuoi scoprire in cosa consista questo vantaggio, clicca qui:

http://www.exhibition.social/il-secondo-vantaggio/

Credete davvero che le campagne pubblicitarie possano incoraggiare una maggiore sicurezza stradale?

La pubblicità è da sempre, una delle parti più importanti della comunicazione di cui l’azienda può disporre per lo sviluppo e il supporto alle proprie strategie di marketing.

Fin dall’inizio dei tempi la pubblicità ha avuto un forte impatto visivo nella vita quotidiana.

Oggi la pubblicità passa tramite Google e Facebook. Inoltre condurre una pubblicità targettizzata aumenta il successo della campagna del 65% rispetto a una tipologia di pubblicità generica.

Tramite i social oggi è possibile condurre pubblicità che sono in grado di amplificare in modo impressionate un messaggio lanciato apparentemente nel vuoto, raggiungendo il giusto target dell’attività che si vuole promuovere, in modo impareggiabile rispetto alle altre strategie marketing.

Passa il messaggio!

Noi ti saremo grati ma soprattutto te ne saranno, le famiglie o gli amici che hanno perso qualcuno, come il bambino di una famosa storia che gira su Internet.

La persona che l’ha scritta, dice che si trovava in un Big Bazar e che un bambino di cinque o sei anni voleva acquistare una bambola per il compleanno di sua sorella.

“Devo dare la bambola alla mia mamma in modo che possa darla a mia sorella quando andrà là. I suoi occhi erano così tristi mentre diceva questo. Mia sorella è andata a stare con Dio .. Papà dice che anche la mamma vedrà Dio molto presto, così ho pensato che potesse portare con sé la bambola per darla a mia sorella.”

Se pensi che valga la pena fare maggiore prevenzione sugli incidenti stradali, condividi questo articolo.

Se sei fatalista, prova ad immedesimarti nello stato d’animo di quel bambino ….

Credi ancora che il caso non possa essere prevenuto?

 

Lascia un commento