Un nuovo modo di fare comunicazione

Un nuovo modo di fare comunicazione

Per fare comunicazione nell’era digitale, occorre essere al passo con i tempi.

Per questo motivo, anche il mercato dell’arte funebre deve aggiornarsi. Oltre all’impresa che produce i materiali, gli oggetti di arredo necessari e ai vari allestimenti, anche in questo settore la comunicazione deve stare al passo con i tempi.

Questo per favorire una comunicazione chiara e trasparente ed un rapporto che metta al centro la persona e i suoi bisogni. Per generare una rete di clienti, occorre innanzitutto che le persone vengano ascoltate ed aiutate. In un momento di disagio e profonda tristezza, in cui la sensibilità della persona è particolarmente scossa per via della perdita subita, è necessario che essa venga supportata.

PER NOI DI WIREBOOK LA TRASPARENZA è ALLA BASE DI OGNI NOSTRO GESTO.

La chiarezza è quello che permette alla persona di scegliere adeguatamente l’impresa funebre che seguirà il momento dell’ultimo saluto. In tempi in cui il mercato chiede di essere costantemente aggiornati e al passo, in cui tutto corre; la comunicazione deve essere trasparente, dando la possibilità alle famiglie che hanno perso una persona cara di avere il tempo di pensare e scegliere adeguatamente, assecondando quelle che potrebbe essere il gusto ed il desiderio del defunto.

IL FUNERALE NON PUO’ RIDURSI AD ESSERE SOLO UN MOMENTO SPIACEVOLE.

E’ così, infatti o quantomeno, così dovrebbe essere.

Mi spiegherò con un esempio pratico. Nel momento in cui si dona la cosiddetta pagellina funebre, il ricordo della persona defunta, la foto e la dedica posta nel retro a volte sono spersonalizzate e non rimandano alla persona cara.

 Quanto più caloroso sarebbe il ricordo di quella persona se la foto e la frase fossero adeguate alla personalità e al vissuto del defunto?

Questo accade perché spesso, quello che smuove tali persone a fare il mestiere che fanno, non è l’idea di supportare la famiglia con calore ma solo di guadagnare. Sembra che stia dicendo un’assurdità ma al contrario, noi di Wirebook crediamo che il centro del nostro operato non si debba fermare alla semplice compravendita!

UN DIARIO E UNA PIATTAFORMA DIGITALE.

Con questo in mente, Elia Angelini, fondatore di Wirebook LTD, ha ideato il diario digitale di Wirebook e la piattaforma di Exhibition, strumenti utili a sostenere le persone che subiscono il lutto sia moralmente sia materialmente.

Nel primo caso, le persone vicine al defunto potranno leggere il diario che la persona ha lasciato, conoscendola meglio e imparando dalle sue stesse esperienze di vita così da ricordarla per sempre. Con la possibilità di andare a rileggere tutte le volte che lo desiderano, quelle pagine.

Nel secondo caso, invece, sul portale di Exhibition, le stesse persone potranno scegliere tra una miriade di aziende presenti sulla pagina, quale potrebbe essere quella più giusta per loro.

Se non credete a me, visitate direttamente le pagine che vi ho indicato, cliccando semplicemente sui link che vi lascio qui: http://www.wirebook.com/, http://www.exhibition.social/.

A presto!

Lascia un commento